Home Calciomercato Un giocatore di MLS o USMNT per ogni squadra di Serie A (dalla Juventus all’Udinese)

Un giocatore di MLS o USMNT per ogni squadra di Serie A (dalla Juventus all’Udinese)

di Nicolò Grosso

A poco tempo dall’inizio del nuovo campionato di Serie A, la maggior parte delle squadre ha ancora delle rose ben distanti dall’essere complete. Il tempo, oltretutto, inizia a stringere, e ormai restano soltanto un paio di settimane ai presidenti dai vari club per fornire ai loro allenatori tutti i rinforzi di cui hanno bisogno. Le risorse economiche, poi, sono ridotte all’osso per quasi tutte le società italiane, specialmente dopo la crisi provocata dal Covid-19. Infine, con così poco tempo rimasto per operare sul mercato, non è facile imbastire trattative con altre società italiane ed europee, che difficilmente vogliono privarsi dei loro giocatori senza prima aver prima ingaggiato degli adeguati sostituti. Con il mercato così bloccato e poco tempo per fare acquisti, dunque, i direttori sportivi delle varie squadre di Serie A dovranno trovare strade alternative per completare le loro rose, ricorrendo alla fantasia per scovare degli affari da concludere velocemente e a basso prezzo. Una possibile soluzione, per esempio, potrebbe essere quella di investire su qualche talento della MLS o del USMNT.

Quello americano è un mercato che è stato spesso snobbato dalle squadre del Bel Paese, ma che, come dimostrano casi come quelli di Davies e Tyler Adams, è in grado di offrire, a chi ha il coraggio di scommetterci, ottimi calciatori a costi contenuti.

Un giocatore di MLS o USMNT per ogni squadra di Serie A

pavon la galaxy MLS Magazine italia

Ecco dunque 20 giocatori di MLS o della nazionale americana che potrebbero fare comodo a ciascuna delle 20 compagini di Serie A.

Li abbiamo ordinati secondo l’ordine alfabetico delle squadre italiane a cui, secondo noi, potrebbero servire.

Ieri sono abbiamo trattato le squadre dall’Atalanta all’Inter. Oggi tocca tutte le restanti.

Juventus – Sergiño Dest (Ajax)

La Juventus ha appena realizzato il colpo made in Usa Weston McKennie, ponendo così una pezza a un reparto di centrocampo che era – e forse è ancora – il punto debole della squadra.

Per fare un ulteriore salto di qualità, e allo stesso tempo ringiovanire la rosa, però, i bianconeri dovrebbero probabilmente guardare ancora in casa USMNT e portarsi a casa Sergiño Dest, strappandolo a Barcellona e Bayern, che sembrano le sue due principali estimatrici.

Anch’egli classe 2000, Dest è probabilmente la migliore giovane promessa del calcio mondiale nel ruolo di terzino, e ha grandissime doti atletiche e, soprattutto, tecniche.

Alla Juve, Dest sarebbe utilissimo, dal momento che potrebbe essere l’esterno titolare sia a destra sia a sinistra, sia in una difesa a 4 sia in un centrocampo a 5.

Acquistandolo, il club di Agnelli farebbe un colpo gigantesco, sistemando le corsie esterne per gli anni a venire, e aprendo definitivamente la strada alle cessioni di Pellegrini, Danilo e De Sciglio, che sono veri e propri esuberi.

Per il suo cartellino, l’Ajax chiede circa 25 milioni di euro, ma potrebbe accontentarsi anche di 20. Una cifra importante, certo, ma, considerando l’età e le qualità del ragazzo, più che ragionevole.

Lazio – Paxton Pomykal (FC Dallas)

 

La Lazio, lo scorso anno, ha creduto fortemente nel sogno scudetto. Dopo il ritorno post-lockdown, però, giocare tante partite ravvicinate ha fatto venire fuori i limiti di profondità del roster a disposizione di Filippo Inzaghi, che necessita quindi di rinforzi per allungare la rosa.

I biancocelesti sono apparsi scoperti soprattutto a centrocampo, dove l’unica vera alternativa a Luis Alberto e Milinkovic-Savic era Parolo. Per questo motivo, Inzaghi avrebbe bisogno di un altro centrocampista offensivo, in grado di ricoprire sia il ruolo di trequartista sia quello di mezzala.

In MLS, un giocatore che potrebbe far comodo alla Lazio è Paxton Pomykal, americano classe ’99 di FC Dallas. Si tratta di un trequartista basso (170 cm), ma robusto, molto tecnico e con un buon tiro, che però, grazie anche a delle ottime letture difensive, può giocare anche più indietro.

Pomykal non costa più di 5 milioni di dollari e, oltre a promettere bene per il futuro, potrebbe risultare molto utile fin da subito, come vice-Milinkovic-o-Luis Alberto.

Milan – Tolo Nouhou (Seattle Sounders)

Il Milan è forse la squadra italiana che ha operato meglio sul mercato fin qui. Ciononostante, c’è ancora molto lavoro da svolgere per Maldini e gli altri dirigenti, per dare a Pioli una squadra in grado di essere competitiva su tre fronti.

Uno dei ruoli scoperti nella rosa dei rossoneri, per esempio, è quello di vice-Theo Hernandez. Il terzino arrivato dal Real Madrid è stato uno dei migliori giocatori del Diavolo la scorsa stagione, ma non può giocare 50 partite all’anno a tutta. Ha bisogno di un ricambio, e questo non può essere Laxalt, che ha dimostrato di avere troppi problemi a giocare da terzino in una difesa a 4.

In passato, il Milan era stato vicino ad acquistare lo statunitense Antonee Robinson. Sarebbe stato un innesto perfetto, ma l’ex Wigan ha appena firmato con il Fulham.

La necessità del club milanese è quella di trovare un terzino sinistro bravo atleticamente, propositivo e forte fisicamente, a una cifra molto contenuta. Una buona soluzione per la dirigenza rossonera potrebbe essere quella di spendere circa un milione di euro per portarsi a casa Nouhou Tolo dei Seattle Sounders.

Dopo che nel 2019 era stato accostato al Marsiglia, il nome del camerunese, oggi ventitreenne, sembrava finito nel dimenticatoio, dal momento che negli ultimi anni ha perso la titolarità, in favore di Smith e Jones. Quando viene chiamato in causa, però, Tolo non tradisce mai la fiducia di mister Schmetzer.

Non sarà un fenomeno sul piano tecnico, ma sulla fascia sinistra è un treno, proprio come Theo Hernandez. Inoltre, come il francese, è ancora giovane, e da lui potrebbe imparare molto, migliorando.

Potrebbe trattarsi insomma di un’ottimo affare per il Milan, considerato il rapporto qualità-prezzo.

Napoli – Cristian Pavón (LA Galaxy)

La missione più difficile per il D.S. del Napoli Giuntoli, in questo calciomercato, è senza dubbio rimpiazzare la partenza di Callejòn.

Partito lo spagnolo, le chiavi della fascia destra dei partenopei sono state affidate a Politano, che però ha caratteristiche molto diverse dall’ex compagno.

Alle spalle dell’ex Inter e Sassuolo, dunque, potrebbe essere una scelta saggia quella di acquistare un giocatore con caratteristiche che ricordino quelle dell’ex numero 7, nella speranza che ne possa nascere un’intesa efficace come quella fra Callejòn e gli ex compagni di reparto.

Come suggerito dal consigliere FIGC Pietro Lo Monaco ai microfoni di «Radio Marte», un giocatore che somiglia allo spagnolo ex Real Madrid è Pavón dei Los Angeles Galaxy, in prestito dal Boca Juniors.

Come Callejòn, Pavón  è veloce, abbastanza bravo nel dribbling – senza eccellere – e molto bravo nei passaggi e negli inserimenti. Rispetto allo spagnolo, forse, il ventiquattrenne argentino è un po’ più bravo in fase realizzativa e un po’ meno avvezzo a difendere.

Costa circa 12 milioni di dollari, ma potrebbe essere un cifra ben spesa per un giocatore promettente e probabilmente già pronto per la Serie A.

Parma – Alejandro Pozuelo (Toronto FC)

Il Parma, quest’anno, inaugura un nuovo progetto tecnico. Il nuovo allenatore dei Ducali è Fabio Liverani, che a Lecce ha dimostrato di saper lavorare molto bene con i trequartisti.

La rosa degli emiliani non vanta nessun fantasista o regista puro in quel ruolo, e allora il tecnico potrebbe chiedere alla dirigenza di intervenire sul mercato.

Un nome costoso (circa 8 milioni di euro), ma che servirebbe senza dubbio al Parma, è quello di Alejandro Pozuelo, che con la sua classe sopraffina, nell’ultimo anno e mezzo, ha incantato Toronto, facendo quasi dimenticare Giovinco, e imponendosi come uno dei migliori giocatori della MLS.

Roma – Carlos Vela (LAFC)

La Roma è una squadra in fase di costruzione, che recentemente ha ricevuto la pessima notizia dell’infortunio di Zaniolo. Quello che è uno dei migliori giocatori giallorossi salterà gran parte della stagione e, vista la cessione imminente di Under al Leicester, la squadra dell’americano Friedkin dovrà necessariamente intervenire sul mercato per colmare il buco che si è creato sul settore di destra della trequarti, dove è rimasto solo il giovane Carles Perez.

Allo stesso tempo, però, i capitolini non possono permettersi di spendere molto in un ruolo in cui il titolare, quando tornerà, sarà Zaniolo, avendo la necessità di investire pesantemente anche in altri reparti.

Una soluzione a questo problema potrebbe essere quella di ingaggiare Carlos Vela in prestito oneroso, per pochi milioni di euro, da LAFC, fino a marzo 2021, quando inizierà la nuova stagione di MLS e quando il giovane italiano sarà quasi pronto per tornare in campo.

Sarebbe una soluzione ottima per tutti: la Roma spenderebbe poco e si assicurerebbe un calciatore di esperienza e comprovato talento per coprire il buco lasciato temporaneamente dall’infortunio del suo gioiello, Vela avrebbe una chance di misurarsi nuovamente col calcio europeo e di tenersi in forma in vista della ripresa della MLS, e LAFC guadagnerebbe dei soldi per prestare il suo miglior giocatore, per poi riaverlo a inizio campionato 2021.

Al momento, il messicano è ancora infortunato, ma dovrebbe rientrare entro qualche settimana.

Sampdoria – Saphir Taider (Montreal Impact)

Credits: impactmontreal.com

Lo scorso anno, Ranieri ha compiuto un mezzo miracolo salvando la Sampdoria. Il tecnico romano ha impostato fin dal suo arrivo un 4-4-2 molto muscolare, ma ora la rosa va rinforzata, innalzandone anche la qualità.

A centrocampo, un acquisto low-cost, magari in prestito (o a titolo definitivo per pochi milioni di euro), che permetterebbe di aumentare la qualità della squadra, senza perdere in quantità, potrebbe essere Saphir Taider, dei Montreal Impact.

L’algerino è un calciatore esperto e dinamico, bravo a difendere ma anche dotato di buona tecnica. Inoltre, conosce alla perfezione la Serie A, avendoci giocato per molte stagioni.

Si tratterebbe insomma di un ottimo acquisto per una squadra che punta alla salvezza.

Sassuolo – Diego Rossi (LAFC)

Dopo un’ottima stagione, il Sassuolo, quest’anno, proverà a qualificarsi in Europa.

Per farlo, i neroverdi hanno bisogno di ampliare e rinforzare la loro rosa e, in questo senso, tornerà utilissimo il ricavato dalle cessioni di Sensi, Lirola e Rogerio.

De Zerbi potrebbe avere bisogno di un nuovo giocatore da inserire nelle rotazioni offensive. Diego Rossi di LAFC, per esempio, potrebbe fare sia il vice-Boga sia il vice-Caputo, rappresentando un’alternativa di qualità e potendo portare diversi gol agli emiliani.

Il suo prezzo è di circa 15 milioni di dollari, che potrebbero essere ben spesi, visto che l’uruguaiano, oltre a risultare utile fin da subito, potrebbe rappresentare un ottimo investimento specialmente in ottica futura, dal momento che ha solamente 22 anni.

Spezia – Gustavo Bou (New England Revolution)

Lo Spezia si presenta ai nastri di partenza della nuova Serie A con Galabinov come unica soluzione davanti: non una garanzia.

Un attaccante centrale è sicuramente quello che ci vuole per i liguri. Italiano, per il suo gioco, ha bisogno di un giocatore in grado di associarsi bene con i compagni, ma che sia anche un finalizzatore.

In questo senso, in MLS, il calciatore più adatto alle esigenze dello Spezia sembra essere Gustavo Bou.

Il trentenne argentino in un anno con i New England Revolution ha segnato 12 gol in 25 gare di MLS: una media ottima.

In Serie A non è detto che Bou non potrebbe andare in doppia cifra, e spendere 5-6 milioni di euro per lui potrebbe essere una buona idea da parte di una squadra come lo Spezia.

Torino – Brenden Aaronson (Philadelphia Union)

Anche il Torino, come il Parma, ha iniziato un nuovo progetto, con un allenatore che punta molto sui trequartisti come Gianpaolo.

L’ottimo lavoro che il tecnico toscano è in grado di fare con i fantasisti è noto a tutti, così come sempre più persone si stanno accorgendo del talento di Brenden Aaronson, centrocampista offensivo dei Philadelphia Union.

Se i due si incontrassero, probabilmente l’allenatore italiano potrebbe aiutare il giovane americano a crescere fino ad esplodere definitivamente, arrivando ad affermarsi come un trequartista di livello mondiale.

Per cederlo, gli Union chiederanno circa 10 milioni di dollari, o forse qualcosina in meno. Se il Toro avesse il coraggio di scommetterci potrebbe trattarsi di un grossissimo affare, dal momento che le qualità del ragazzo classe 2000 sono quelle di un potenziale fenomeno.

Udinese – Darlington Nagbe (Columbus Crew)

Ceduto Fofana, l’Udinese, per non rischiare di retrocedere, dovrà trovare un altro centrocampista che porti delle dosi di quantità e qualità simili a quelle garantite dal francese.

In MLS, forse, il miglior mediano della lega, dopo Matuidi, appena trasferitosi a Miami, è Darlington Nagbe, che, con i Columbus Crewsta vivendo una stagione assolutamente fantastica, da vero padrone del centrocampo.
Ha un dinamismo e un’intensità incredibili, recupera molti palloni, fa a sportellate con tutti, ma è anche abbastanza dotato tecnicamente, sa creare occasioni è ha un grandissimo tiro dalla distanza.

Il suo prezzo sarà all’incirca 3 milioni di dollari e per l’Udinese potrebbe rappresentare, se non un buon titolare, almeno un’ottima riserva in mezzo al campo.

 

 

0 0 vote
Article Rating

Ti potrebbe interessare anche

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x