Home News Il caso Floyd blocca USA e MLS

Il caso Floyd blocca USA e MLS

di Riccardo Cerrone

La morte di Flloyd a Minneapolis ha dato il via ad un serie di ripercussioni popolari che non hanno coinvolto soltanto la comunità afro americana: é proprio notizia di queste ore che dopo Chicago e NY City, la protesta ha preso piede anche a Washington DC dove la Casa Bianca è rimasta al buio a causa di un blackout provocato dai protestanti.

La situazione sociale sta degenerando in tutto il paese, con Trump che è stato costretto a decretare il coprifuoco dalle 21 alle 9 in molti stati degli USA.

Partendo da questo spunto, e dalla situazione legata all’emergenza COVID-19 in cui gli Stati Uniti sono ancora sotto scacco di contagi e numerosi morti, la ripresa della MLS e degli sport in generale, appare quantomai lontana.

Da valutare quindi, al momento in cui si potrà riprendere realmente a giocare, quale soluzione adottare, magari facendo anche riferimento alla nostra proposta di giocare un MONDIALE MLS cone le squade suddivise in 8 gruppi differenti.

La ripresa della MLS era fissata per l’8 Giugno, ma ad oggi questa sembra una soluzione abbastanza difficile da attuare.

5 1 vote
Article Rating

Ti potrebbe interessare anche

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x