Home PLAYERS I calciatori americani da seguire in Europa

I calciatori americani da seguire in Europa

Guida ai giocatori americani nei campionati europei (stagione 2021/2022)

di Nicolò Grosso
La maglia ufficiale della nazionale USA | MLS Magazine Italia

L’inizio della stagione 2021/2022 della Seria A italiana, nel weekend appena concluso, ha sancito la ripresa di tutti e cinque i principali campionati di calcio d’Europa (gli altri quattro – Bundesliga tedesca, Premier League inglese, Liga spagnola e Ligue 1 francese -, infatti, erano già ripartiti nelle scorse settimane).

È tornato il grande calcio europeo, dunque, con i moltissimi calciatori americani che militano in Europa, che avranno voglia di farsi notare, a suon di buone prestazioni, dal c.t. del USMNT Greg Berhalter, in vista dei mondiali che si terranno fra poco più di un anno in Qatar.

I calciatori americani da seguire in Europa nel 2021/2022

Di giocatori statunitensi, come sappiamo bene, ce ne sono ormai diversi anche in Italia.

I calciatori americani da seguire in ITALIA

Serie A

Se all’inizio dell’anno scorso c’era solo Weston McKennie – centrocampista tuttofare rivelatosi indispensabile lo scorso anno nell’economia del gioco della Juventus, che ora, però, sembra volerlo sacrificare sul mercato per arrivare a un mediano più esperto -, a gennaio è sbarcato a Roma, sponda giallorossa, il terzino destro ex Dallas Bryan Reynolds, il quale, tuttavia, nei primi sei mesi nella capitale, non è riuscito a trovare molto spazio e, anche nella stagione che è alle porte, ci si aspetta che sarà soltanto una riserva. In questa stagione, McKennie potrà di nuovo confrontarsi con i migliori giocatori d’Europa in Champions League, mentre a Reynolds potrebbe essere concessa qualche presenza in Conference League.

Nel mercato estivo, poi, dalla MLS sono arrivati i giovani centrocampisti Gianluca Busio e Tanner Tessmann. Entrambi giocheranno nel neopromosso Venezia “americano” di mister Zanetti: inizialmente non dovrebbero essere titolari, ma sembrano avere tutte le carte in regola per conquistarsi il posto, con il passare delle giornate.

Serie B e Serie C

Per quanto riguarda le serie minori, invece, in Serie B c’è Andrija Novakovic, attaccante del Frosinone che, pur non essendo una prima scelta, si è comportato bene nelle ultime due stagioni, mentre in Serie C, nel Fiorenzuola, gioca l’italoamericano classe 2001 Sal Esposito, risultato importantissimo per la sua squadra nell’ultimo campionato di Serie D, concluso con la promozione.

I calciatori americani da seguire in SPAGNA

LaLiga

In Spagna, gli statunitensi che giocano nei campionati professionistici sono quattro: Sergiño Dest, Yunus Musah, Matt Miazga e Shaq Moore.

I primi due giocano in Liga, rispettivamente a Barcellona (come terzino destro, o all’occorrenza sinistro) e Valencia (come trequartista, centrocampista centrale o ala), e sono entrambi due punti fermi del USMNT: due giocatori di grandissimo talento (soprattutto Dest, che la scorsa stagione hanno fatto bene soprattutto nella prima parte, e da cui quest’anno ci si attende l’esplosione definitiva, e la consacrazione anche in campo internazionale: sarà da seguire con attenzione in Champions.

A loro si è aggiunto ieri Miazga, che è passato all’Alavés, in prestito dal Chelsea, dove era fuori dal progetto. Nemmeno nei Paesi Baschi, il difensore originario del New Jersey non dovrebbe essere una primissima scelta, ma sicuramente ha le qualità per ritagliarsi tanto spazio, pur partendo come un sostituto dei due centralititolari.

LaLiga2

Nella seconda serie, invece, c’è Shaq Moore, terzino destro del Tenerife autore del gol-vittoria per gli Stati Uniti contro il Canada, nell’ultima partita del girone della Gold Cup di quest’estate.

I calciatori americani da seguire in PORTOGALLO

Primeira Liga

Restando nella penisola iberica, in Portogallo ci sono diversi giovani americani da seguire, a partire da Reggie Cannon, terzino destro perno della formazione del Boavista, a cui lo scorso anno ha dato un grossa mano a salvarsi.

Segunda Liga

Sempre nella prima divisione, c’è il talentuosissimo trequartista classe 2000 Alex Mendez, in forza al Vizela, mentre il suo coetaneo Sebastian Soto, attaccante milita nella squadra B del Porto, in seconda serie, come il portiere CJ Dos Santos, del Benfica B.

I calciatori americani da seguire in FRANCIA

Ligue 1

Anche il campionato francese è una fucina di talenti per la nazionale statunitense: in Ligue 1 militano Tim Weah, attaccante classe 2000 che quest’anno spera di dare un contributo maggiore al suo Lille per difendere il titolo conquistato lo scorso anno, quando è stato a lungo infortunato, e Konrad de la Fuente, ala sinistra diciannovenne che ha iniziato molto bene (con un assist) la sua prima stagione con il Marsiglia, che ha sborsato ben 4 milioni di euro per strapparlo al Barcellona. Entrambi, quest’anno, avranno la possibilità di fare il loro debutto nelle grandi competizioni europee: Weah in Champions e de la Fuente in Europa League.

Ligue 2

In Ligue 2, invece, al Caen, c’è Nicholas Gioacchini, attaccante-falso nove che piace molto a Berhalter, che lo convoca quasi sempre in nazionale.

Championnat National

In terza serie, infine, gioca Patrick Koffi, attaccante 2001 di belle speranze, che gioca per il Créteil-Lusitanos.

I calciatori americani da seguire in SCOZIA

Come al solito, però, anche quest’anno i campionati d’Europa con più calciatori americani sono quelli di Regno Unito e Germania.

Partendo dalla Premiership scozzese, vanno fatti i nomi di Ian Harkes, centrocampista del Dundee United, e di Cristian Ramirez, attaccante appena arrivato all’Aberdeen dagli Houston Dynamo.

I calciatori americani da seguire in INGHILTERRA

Premier League

Per quanto riguarda la Premier League inglese, invece, la stella è naturalmente Christian Pulisic, campione d’Europa in carica con il suo Chelsea, con cui, quest’anno, forse, punterà forse a vincere il triplete. All’esordio stagionale in Premier, tra l’altro, l’americano è partito subito forte, segnando un gol contro il Crystal Palace.

Ci sono poi i difensori Cameron Carter-Vickers (Tottenham) e Erick Palmer-Brown (Manchester City). Su quest’ultimo, secondo «La Gazzetta dello Sport» è ancora forte l’interesse del Venezia. Entrambi, comunque, sono fuori dai piani dei rispettivi club, e in attesa di essere piazzati in squadre meno blasonate.

Suo compagno di squadra, almeno fino a quando non se ne andrà, è Zack Steffen, che la scorsa stagione e quest’estate si è dimostrato affidabile quando è stato chiamato a sostituire Ederson fra i pali del team di Guardiola.

Quest’estate, poi, al Norwich, dal Werder Brema, è arrivato l’attaccante Josh Sargent, che è sceso in campo in tutte e due le giornate di Premier fin qui disputate, dopo averne giocate altrettante in 2.Bundesliga, segnando anche due gol, prima di volare in Gran Bretagna, dove all’esordio da titolare, in Coppa di Lega, ha subito rifilato una doppietta al Bournemouth. Numero nove moderno e molto tecnico, abile ad associarsi con i compagni, in questa stagione in Inghilterra Sargent è chiamato a crescere proprio sotto l’aspetto realizzativo, per trascinare il suo nuovo club a una salvezza tranquilla, e per la sua crescita potrà risultare utile avere un compagno esperto come il finlandese Pukki, che parte leggermente avanti all’americano nelle gerarchie di coach Farke.

Fra gli under 18, può essere interessante il portiere del Leicester Chituru Odunze, nel quale, in patria, nutrono molte aspettative. Non è però sicuramente ancora pronto per la prima squadra.

Occhio, infine, a due giovani che non sono ancora propriamente calciatori americani, ma che potrebbero diventarlo, avendo anche la cittadinanza statunitense e non avendo mai giocato con le nazionali dei Paesi in cui sono nati, Inghilterra per quanto riguarda Folarin Balogun (attaccante classe 2001 dell’Arsenal) e Olanda per quanto concerne invece Philippe Sandler (24enne difensore della formazione riserve del Manchester City).

Championship

Anche in Championship ci sono diversi calciatori in orbita USMNT, a partire dal portiere Ethan Horvath, appena passato dal Bruges al Nottingham Forest, dove partirà come riserva per poi provare a diventare titolare, magari a suon di prestazioni eroiche, come quella contro il Messico in Nations League quest’estate. Poi ci sono il centrocampista di destra Duane Holmes (elemento importante della rosa dell’Huddersfield), il giovane attaccante del QPR Charlie Kelman (al massimo una riserva nel suo club), il terzino destro del Preston North End Matthew Olosunde (che non parte come un titolare ma ha la possibilità di ritagliarsi molto spazio) e, infine, le due colonne del Fulham. Stiamo parlando dell’espertissimo difensore centrale Tim Ream (bandiera del club) e dell’inarrestabile terzino sinistro Antonee Robinson, entrambi autori di un’ottima stagione 2020/2021 in Premier, nonostante la retrocessione: soprattutto il secondo, che ha iniziato molto bene anche la nuova stagione, durante cui i Cottagers puntano a ottenere nuovamente la promozione nella massima serie.

League One

Scendendo in Ligue One (terza divisione inglese) troviamo Lynden Gooch, ala destra di 25 anni che è un giocatore cardine del Sunderland, che deve cercare di tornare almeno in Championship al più presto, dopo aver giocato per diversi anni – e fino a non molto tempo fa – in Premier League.

I calciatori americani da seguire in GERMANIA

Torniamo nell’Europa continentale, più precisamente in Germania, il Paese del Vecchio Continente che vanta più giocatori americani nelle proprie varie divisioni.

Bundesliga

Proprio la Bundesliga tedesca, infatti, è – fra i top 5 campionati europei – il principale serbatoio di talenti da cui Greg Berhalter può pescare per le sue convocazioni in nazionale.

Giovanni Reyna (trequartista gioiello del Borussia Dortmund), Tyler Adams (promettente mediano del RB Lipsia) e John Anthony Brooks (difensore centrale colonna del Wolfsburg, dove gioca anche il 19enne terzino sinistro di origini honduregne Kobe Hernandez-Foster), infatti, sono punti fermi, oltre che dei loro club, anche del USMNT, così come Chris Richards, difensore classe 2000 che quest’anno proverà a ritagliarsi uno spazio sempre maggiore nel suo Bayern Monaco, per proseguire il percorso di crescita graduale con la prima squadra, iniziato due stagioni fa. Più giovane di un anno rispetto a lui è Taylor Booth, che però appare ancora lontano dall’essere pronto a giocare fra i professionisti, e sembra pertanto destinato a rimanere in seconda squadra. Tutti questi avranno la possibilità di giocare in Champions League in questa stagione, dato che le loro squadre si sono qualificate alla fase a gironi.

Destinati a un radioso futuro con la nazionale, poi, sembrano essere Joe Scally – terzino destro sempre più al centro del progetto del Borussia Mönchengladbach, dopo i primi sei mesi di apprendistato nella seconda parte della stagione passata – e Matthew Hoppe, che col suo Schalke 04 è retrocesso in 2.Bundesliga, nonostante un’ottima stagione dal punto di vista personale, durante cui l’attaccante classe 2001 ha messo a segno 6 gol in 22 partite (praticamente tutte tra gennaio e febbraio, quando il californiano ha vissuto un vero e proprio periodo di grazia).

Tornando in Bundesliga, rimane da citare Timothy Chandler, terzino destro veterano dell’Eintracht Francoforte, ma ormai fuori dal giro della nazionale a stelle e strisce, così come Julian Green, centrocampista di 26 anni che, al Greuther Fürth, sta cercando di rilanciare la propria carriera, dopo che, finora, non ha mantenuto le promesse rosee di quando, da giovanissimo, giocava nel Bayern Monaco.

2.Bundesliga e 3.Liga

In seconda divisione, invece, oltre a Hoppe, ci sono Ryan Malone (difensore dell’Hansa Rostock) e due giocatori dell’Ingolstadt 04: Justin Butler (punta) e Jalen Hawkins (ala destra). Nessuno di questi, però, – ad eccezione di Hoppe – ha grandi possibilità di essere chiamato dal c.t. Berhalter, e tanto meno quelli che militano in 3.Liga (il terzo livello del calcio tedesco). Fra questi, il più famoso è Terrence Boyd, attaccante 30enne passato anche per Toronto FC e ora in forza all’Hallescher. Nel suo stesso ruolo, ma nell’Osnabrück, gioca un altro calciatore esperto Andrew Wooten. Più giovani e promettenti, invece, sono Johan Gomez (20 anni, seconda punta dello Zwickau), Kevin Lankford (22 anni, esterno destro del Wehen Wiesbaden), Lennard Maloney (20 anni, difensore del Borussia Dortmund II) e Bryang Kalo (19 anni, centrocampista del Viktoria Berlino. Merita la menzione, infine, Mael Corboz, centrocampista capitano del Verl.

I calciatori americani da seguire in OLANDA

Ricchi di talenti americani sono anche i Paesi Bassi: non tanto per quantità, quanto per qualità dei giocatori.

Fra questi, infatti, ci sono due grandi promesse come Richard Ledezma (20 anni) e Dante Sealy (18, scuola FC Dallas), entrambi centrocampisti offensivi o ali del PSV, che quest’anno giocherà l’Europa League. Lo statunitense che si è comportato meglio nell’ultima stagione di Eredivise, però, è stato Luca de la Torre, centrocampista classe 1998 scuola Fulham, che quest’anno punta a fare di nuovo bene col suo Heracles Amelo, per entrare in pianta stabile fra i convocati di coach Berhalter.

I calciatori americani da seguire in BELGIO

Jupiler Pro League

A livello di talenti statunitensi da mettere in vetrina, la Jupiler Pro League belga è forse anche superiore al campionato olandese: può vantare infatti i nuovi arrivati dalla MLS Mark McKenzie (roccioso e veloce difensore di Genk e USMNT ex Philadelphia Union) e Sam Vines (terzino sinistro di spinta del Royal Antwerp FC e ex Colorado Rapids). Oltre a essi, poi, non si possono non citare i promettenti mediani Owen Otasowie (che il Bruges ha strappato al Wolverhampton pagandolo 4 milioni di euro) e Chris Durkin (Sint-Truiden). Fra questi, Otasowie disputerà la Champions, mentre il Genk di McKenzie è stato eliminato al terzo turno preliminare della stessa competizione dallo Shakhtar Donetsk

Tweede Klasse

Nel Waasland-Beveren (seconda divisione belga), militano invece l’attaccante Joseph Efford (24 anni) e il trequartista Jacob Montes (22).

I calciatori americani da seguire in SVIZZERA

In Svizzera, invece, per quanto riguarda i giocatori nel giro del USMNT, c’è l’attaccante 25enne dello Young Boys Jordan Siebatcheu, che l’anno scorso si è messo in mostra siglando 15 gol fra tutte le competizioni e vincendo la Gold Cup di quest’estate con gli Usa, e che quest’anno è partito molto carico, mettendo a segno ben 5 reti nelle prime 8 uscite stagionali, fra campionato e preliminari di Champions, competizione, in cui, quest’anno vuole ben figurare.

Potrebbe crescere, poi, Noah Jones, punta classe 2002 che gioca nel Wil 1900 (seconda serie svizzera).

I calciatori americani da seguire in AUSTRIA

Bundesliga

Per quanto riguarda l’Austria, tutta l’attenzione è focalizzata su Brenden Aaronson, trequartista del 2000 ex Philadelphia Union, che è una delle stelle del RB Salisburgo (che stasera sfiderà il Brondby nel ritorno dei play-off di Champions League, forte della vittoria per 2-1 all’andata) e del campionato. Da tenere in considerazione, però, è anche il suo coetaneo Thomas Roberts, centrocampista dell’Austria Klagenfurt il quale, quest’anno, cercherà di conquistare una maglia da titolare nella sua squadra.

Serie minori

In seconda serie, poi, c’è l’attaccante di 22 anni Izaiah Jennings (SV Horn) e l’ala classe 2000 Ulysses Llanez (St. Pölten), grande promessa crescita in Olanda che, purtroppo, sta faticando a emergere.

Fra i numerosi giocatori che militano nella terza divisione, invece, segnaliamo Alfonso Ocampo-Chavez, che fino all’anno scorso era una riserva dei Seattle Sounders vincitori della Western Conference di MLS e ora è l’attaccante del Pingzau Saalfelden.

I calciatori americani da seguire in DANIMARCA

Anche in Danimarca ci sono tre talenti niente male che Berhalter dovrà seguire. In particolare ci riferiamo a Emmanuel Sabbi, ala 23enne dell’Odense, che da almeno due stagioni terrorizza le difese danesi con la sua rapidità. Ma non bisogna neppure dimenticarsi di Jonathan Amon (22 anni, esterno offensivo del Nordsjaelland) e Christian Cappis, centrocampista classe 1999 del Brøndby (che stasera proverà a ribaltare il 2-1 patito all’andata contro il Salisburgo per accedere ai gironi di Champions) che ha un grandissimo talento, che però, almeno in questa prima fase di carriera, non è ancora riuscito ad esprimere fino in fondo.

I calciatori americani da seguire in SVEZIA

Spostandosi più a Nord, in Svezia, i due giocatori americani più interessanti sono Romain Gall (ala 26enne del Malmö, che sarà impegnato anche in Champions League) e Nebiyou Perry, numero 10 dell’Östersund. Sempre in prima divisione, vi è poi Jeff Gal, secondo portiere del Degerfors.

I calciatori americani da seguire in FINLANDIA

Nella prima serie finlandese, poi, ci sono diversi statunitensi, ma nessuno di particolare rilievo, se non il capitano dell’Haka Jacob Bushue (centrocampista centrale).

I calciatori americani da seguire in POLONIA

Un solo nome ma di rilievo, invece, si incontra nell’Ekstraklasa polacca: quello di Aaron Johannsson, attaccante giramondo che ha giocato in sei Paesi diversi (facendo bene soprattutto in Svezia, all’Hammarby, dove ha segnato 12 reti nel 2020) prima di accasarsi al Lech Poznan, con cui lo scorso anno ha siglato 2 reti in 9 partite: lo stesso numero di gol che, quest’anno ha segnato nell’unica partita in cui è sceso in campo, con la seconda squadra. Per diverso tempo, Johannsson è sembrato poter essere un attaccante da nazionale per gli Stati Uniti, ma nonostante il passare del tempo, non è ancora riuscito a trovare la propria dimensione: chissà che quest’anno non possa consacrarsi.

I calciatori americani da seguire in ALBANIA

Andando nei Balcani, invece, in Albania c’è Bryan Rodriguez, che però sembra essere fuori dai piani del Laci, squadra eliminata dall’Anderlecht ai preliminari di Conference League.

I calciatori americani da seguire in MACEDONIA

In Macedonia, precisamente al Borec Veles, gioca il difensore Danilo Radjen.

I calciatori americani da seguire in TURCHIA

In Turchia ci sono ben quattro calciatori americani. Fra questi, quello più interessante da seguire è DeAndre Yedlin, che al Galatasaray sta cercando di rilanciare la propria carriera, dopo che, a un avvio brillante in patria, sono seguite alcune stagioni in chiaroscuro in Inghilterra, dove ha vestito le maglie di Tottenham e Newcastle. Con la squadra allenata da Fatih Terim, l’ex Seattle Sounders cercherà di mettersi in mostra sia in campionato sia in Europa League (per qualificarsi, però, i turchi dovranno prima eliminare il Randers ai play-off) per tornare in pianta stabile fra i convocati di Greg Berhlter, dopo aver perso diverse posizioni nelle graduatorie delle preferenze del c.t., in seguito all’esplosione di diversi talenti statunitensi nel ruolo di terzino destro (Dest, Cannon, Reynolds, Scally, Moore…).

Interessante, in chiave USMNT, sarebbe poi Tyler Boyd, attaccante o ala del Caykur Rizespor, ma il 25enne di origini neozelandesi sembra aver ormai definitivamente deciso di giocare per la nazionale oceanica, per evitare la concorrenza più nutrita che avrebbe avuto se avesse scelto gli Stati Uniti, dove in quel ruolo ci sono, fra gli altri, Pulisic, Reyna, Aaronson, Morris e Weah.

Da tenere d’occhio, poi, è sicuramente Haji Wright, attaccante ancora giovane (23 anni) che lo scorso anno ha fatto piuttosto bene in Danimarca, dove, con 11 gol, ha contribuito in maniera decisiva alla salvezza del SønderjyskE. Quest’anno proverà a ripetersi con la maglia dell’Antalyaspor, dove, per il momento, è un titolare inamovibile.

Diverso, invece, il discorso per Arda Bulut, turco-americano di 21 anni che è fra le ultime scelte nell’attacco del Kasimpasa.

I calciatori americani da seguire a CIPRO

Più a Sud, a Cipro, gioca l’esperto Mikkel “Mix” Diskerud, nato in Norvegia da madre americana. Si tratta di un centrocampista polivalente, le cui caratteristiche migliori sono lo spiccato atletismo e la capacità realizzativa: infatti ha realizzato 45 gol in carriera, di cui 6 con il USMNT, con cui ha vinto la Gold Cup 2013 e partecipato ai mondiali brasiliani dell’anno successivo. Adesso è assente da diverso tempo in nazionale, e difficilmente potrà tornarci, giocando in un campionato di poco rilievo come quello cipriota.  La vetrina giusta per mettersi in mostra, però, potrebbe offrirgliela l’Europa League: il suo Omonoia Nicosia, infatti, ha buone possibilità di accedere alla fase a gironi, dopo aver battuto per 4-2 all’andata l’Anversa di Radja Nainggolan.

I calciatori americani da seguire in ISRAELE

Un altro profilo interessante è quello di Josh Cohen, classe 1992, portiere del Maccabi Haifa (Israele), squadra uscita al primo turno preliminare di Champions, contro i kazaki del Kairat.

I calciatori americani da seguire in ISLANDA

In Islanda, invece, ci sono diversi statunitensi ma nessuno di grande interesse: vale la pena citare soltanto Christian Volesky (attaccante del Keflavik) e Kyle McLagan (difensore del Fram Reykjavik).

I calciatori americani da seguire in SLOVACCHIA

In Slovacchia, poi, troviamo Eduvie Ekoba (attaccante 23enne del Trencin) e Chris Goslin (21 anni, mezzala del Senica).

I calciatori americani da seguire in UNGHERIA

In Ungheria, infine, occhio a Henry Wingo, terzino destro ex Seattle Sounders che l’anno scorso ha fatto bene al Molde, in Norvegia, e che quest’anno proverà a mettersi in luce anche in campo europeo con il Ferencvarosi.

Logo MLS Magazine Italia

Questi, dunque, sono tutti i calciatori americani che giocheranno nei migliori campionati d’Europa nella stagione 2021/2022: il c.t. degli Stati Uniti Greg Berhalter e il suo staff avranno un bel da fare per tenerli d’occhio tutti durante l’anno, e loro dovranno mettercela tutta per entrare nelle sue grazie, in vista dei mondiali che si terranno fra poco più di un anno in Qatar.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5 1 vote
Article Rating

Ti potrebbe interessare anche

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il sito web colleziona i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Le terremo al sicuro per te. Accetta Leggi di più

Privacy & Cookies Policy
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x