Home MATCH REVIEW Road to the final: l’ultima MLS Cup dei Portland Timbers

Road to the final: l’ultima MLS Cup dei Portland Timbers

Il racconto della finale di MLS Cup 2015

di Nicolò Grosso
Portland Timbers | MLS Magazine Italia

Sabato sera si gioca la partita più importante dell’anno di MLS: la finale di MLS Cup. Sul campo del Providence Park di Portland (Oregon), Portland Timbers e New York City FC si contenderanno il titolo di campioni della MLS 2021.

In caso di vittoria, per NYCFC si tratterebbe della primo trofeo della propria storia. Dal 2017 (anno di fondazione della franchigia), la squadra azzurra non è mai arrivata nemmeno in finale di MLS Cup.

I Portland Timbers, invece, se vincessero, si cucirebbero la loro seconda stella sul petto, dopo quella ottenuta nel 2015, quando alzarono al cielo la loro prima MLS Cup battendo in casa i Columbus Crew.

 Il loro tecnico Giovanni Savarese si augura senz’altro che i suoi ragazzi, sabato sera, replichino la grande prestazione offerta dai giocatori di Portland – alcuni dei quali, come Valeri, Diego Charà e Asprilla militano ancora nei Timbers – in quell’occasione, quando furono in sostanziale controllo della gara dall’inizio alla fine.

Ecco il racconto di come si svolse quell’incontro, da un pezzo recuperato dagli archivi di  «MLS Magazine Italia».

Finale MLS Cup 2015

Portland Timbers | MLS Magazine ItaliaLa finalissima di MLS Cup 2015 si gioca il 6 dicembre a Columbus. Il tifo è quasi tutto per i padroni di casa, che rimangono però gelati già dopo 30 secondi: il portiere dei Crew Clark – attuale numero uno proprio dei Timbers – si addormenta su un retropassaggio del compagno Will Trapp e la stella della squadra ospite, Diego Valeri ne approfitta, realizzando il gol dello 0-1 avventandosi sul pallone con una scivolata.

E dopo soli 6 minuti gli ospiti raddoppiano: Nagbe serve Melano sulla destra, che centra per Adi, che quest’anno è in stato di grazia e trasforma con una capocciata degna del miglior Drogba.

La riscossa dei Crew è affidata al solito Kamara, che al 18’ è abile a scaraventare in rete da centro area dopo una mischia generata un pasticcio del portiere e dei difensori avversari.

Al 60’ sono però ancora i Portland Timbers a sfiorare il gol in un’altra mischia furibonda nell’area piccola dei gialloneri, in cui la palla sbatte anche contro la traversa.

La partita procede a senso unico e, dieci minuti più tardi, gli ospiti colpiscono un altro legno – il palo questa volta – con un gran colpo di testa di Adi su un cross di Valeri.

Al minuto 80 Clark si riscatta con una grande risposta su un colpo di testa ravvicinato di Ridgewell, scaturito ancora una volta da un cross di Valeri.

I padroni di casa provano un assalto nel finale, ma senza mai rendersi davvero pericolosi, dunque finisce così: i Portland Timbers vincono la loro prima MLS Cup.”

Portland Timbers: caccia alla seconda MLS Cup

Questa, dunque, è la storia del primo successo di Portland in una finale di MLS Cup. Da allora i Timbers non sono più riusciti a replicare quel risultato straordinario, andandoci soltanto vicino nel 2018, quando raggiunsero l’ultimo atto dei playoff, ma furono battuti da Atlanta United senza mai mettere in difficoltà gli avversari. 

Sabato sera avranno di nuovo la possibilità di portare a due il numero di campionati vinti.

Alcuni dei protagonisti di quella giorno – memorabile per i tifosi di Portland – del 2015 saranno in campo – probabilmente dall’inizio – anche questa volta: D.Charà e Asprilla. 

Non ci sarà invece l’ormai ex bomber Fanendo Adi, autore della seconda rete dei Timbers in quell’occasione, ma che ormai da almeno quattro anni ha intrapreso una tristissima parabola involutiva che lo ha portato a giocare 35 partite negli ultimi tre anni, durante i quali ha vissuto ai margini dei progetti di Cincinnati, Columbus Crew e Minnesota United (da cui è stato recentemente scaricato), segnando un solo gol, con Cinci, ormai più di due anni fa.

Diego Valeri, The last dance?

Ci sarà però ancora Diego Valeri, che oggi è il capitano dei Portland Timbers, ma non più la stella principale. La leggenda della MLS, infatti, ha vissuto una stagione deludente, con 31 partite giocate – ma quasi mai da titolare – e soli 2 gol e 1 assist. L’attaccante argentino sembra infatti sul viale del tramonto, e a fine stagione lascerà quasi sicuramente Portland e la MLS per tornare in patria o ritirarsi. Tutti, però, conosciamo la sua qualità, la sua classe, la sua esperienza e il suo carisma: doti da campione e uomo-squadra che possono risultare decisive in questo genere di partite.

E allora chissà che il numero 8 non conceda una last dance ai suoi tifosi, prima di dir loro addio, portando i Portland Timbers alla vittoria contro NYCFC e ad alzare di nuovo al cielo la MLS Cup.

Provate il nostro Shop!

Per darvi il benvenuto abbiamo riservato uno sconto per il vostro primo acquisto pari al 10% dell’importo. {codice sconto Benv_MLS]

0 0 votes
Article Rating

Ti potrebbe interessare anche

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il sito web colleziona i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Le terremo al sicuro per te. Accetta Leggi di più

Privacy & Cookies Policy
0
Would love your thoughts, please comment.x