Home News Toronto FC: la caduta dei giganti?

Toronto FC: la caduta dei giganti?

di Redazione MLS Magazine

Cosa sta succedendo ai campioni MLS in carica? Perché per capire che qualcosa sia successo agli uomini di coach Vanney non serve certo la palla di cristallo. Il dato più preoccupante, però, non sono le due sconfitte consecutive in Regular Season contro Columbus Crew e Montreal Impact, ma il fatto che il super attacco che nella passata stagione ha sfornato 74 gol in 38 partite, non sia mai riuscito a bucare la rete avversaria.

Crisi momentanea o crisi motivazionale?

Nella partita del 3 Marzo, al BMO Field, Toronto ha aperto la Regular Season sfidando una diretta rivale al trono dell’Eastern Conference, i Columbus Crew di Higuain e Zardes,  e combattendo ad armi pari – più di quanto voglia farci credere il risultato finale – esce sconfitta per 0-2.  Analizzando le statistiche possiamo notare che: se il pallino del gioco è stato per più tempo nei piedi dei padroni di casa (il 57.9% contro il 42.1% dei Columbus) e se il numero di tiri è identico per entrambe le franchigie (12 contro 12) altro ci dicono i duelli vinti (47 di Toronto contro i 54 degli ospiti) e i tiri nello specchio (soltanto 2 per i padroni di casa, mentre 4 sono quelli dei Columbus). Nel complesso però si è trattata di una partita molto combattuta, decisa dagli episodi. Se, però, aggiungiamo ciò che è successo nella notte, ecco che il dubbio s’insinua: ospiti dei Montreal Impact per il “401 Derby“, Toronto gioca un’altra partita intensa e ricca di occasioni che però non è capace di sfruttare e alla fine deve piegarsi all’unico gol che Montreal riesce a segnare. Le statistiche ci dicono che ancora una volta Toronto ha dominato il gioco: 62.8% contro il 38.2% dei padroni di casa. E, ancora una volta, il numero di tiri totale è pari: 14 a 14. Questa volta però è Toronto a tirare di più in porta (5 contro 3) e i duelli vinti sono quasi pari (58 per Montreal e 57 per Toronto).  Perché, dunque, con questi numeri e contro un avversario che ha subito 5 gol in 2 partite, Toronto non è riuscita a trovare la via del gol? Solo sfortuna come parrebbero suggerirci le statistiche? Oppure sono le scarse motivazioni? Del resto il gruppo da cui è composta la franchigia canadese campione dell’MLS 2017 è sostanzialmente il medesimo della passata stagione e non sarebbe certo il primo caso di questo genere. Cerchiamo però di guardare più in profondità.

Lo Yin e lo Yang

Ci sono almeno due punti di vista da cui possiamo guardare questo inizio di stagione preoccupante per la squadra della Formica Atomica: uno più positivo ed uno più negativo. Il punto di vista più positivo è quello che si focalizza sull’inizio della passata stagione: nelle prime due partite di Regular Season, Toronto, aveva collezionato 2 pareggi contro Real Salt Lake e Philadelphia Union, segnando solo 2 gol (entrambi contro Philadelphia). Nelle prime 6 partite aveva collezionato 1 vittoria, 4 pareggi ed 1 sconfitta. Numeri che, confrontati a quella che poi è stata la stagione 2017 per Toronto, lasciano ben sperare. C’è però anche il punto di vista più negativo: parliamo infatti di una squadra che su 34 partite di Regular Season, per ben 31 volte è andata a segno chiudendo la stagione con 19 partite consecutive a segno. Com’è possibile che una squadra così letale, dopo pochi mesi, si sia spenta?

Forse è ancora presto per dare una risposta a queste domande, magari i giganti di Toronto sono solo scivolati e presto si rialzeranno, più forti di prima. Resta però un dato di fatto che a Toronto si stia vivendo un momento complicato e che, fino ad oggi, né il talento di Giovinco, né la forza di Altidore riescono a scacciare.

0 0 votes
Article Rating

Ti potrebbe interessare anche

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il sito web colleziona i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Le terremo al sicuro per te. Accetta Leggi di più

Privacy & Cookies Policy
0
Would love your thoughts, please comment.x